Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:49

Una lettera a cuore aperto ai donatori che hanno continuato a garantire scorte di sangue agli ospedali

Una lettera a cuore aperto per dire grazie a tutti i donatori che, nonostante l’emergenza coronavirus, hanno risposto agli appelli per continuare a garantire scorte di sangue agli ospedali.

 La firma è del CIVIS – il coordinamento interassociativo dei Volontari italiani del sangue che riunisce AVIS, Croce Rossa Italiana, Fidas e fratres – che ha voluto così manifestare la propria riconoscenza a chi, in questo momento così delicato, sta continuando a donare il sangue e gli emocomponenti.

Carissimi,

la risposta di tutti voi alla richiesta di sangue costante di queste settimane ha rappresentato una delle notizie più belle che potessimo raccontare. 


Come sapete l’emergenza che sta colpendo il nostro paese non può lasciarci indifferenti di fronte alle necessità che tanti pazienti continuano ad avere. Oltre 1800 persone, ogni giorno, hanno bisogno di trasfusioni: circa la metà di loro sono pazienti talassemici, leucemici o con altre forme oncologiche che richiedono scorte ininterrotte per vedersi garantire terapie e speranze di vita.

 

Tutto questo continua a essere possibile grazie a voi e grazie alle associazioni e federazioni di donatori che costituiscono una delle colonne portanti di tutto il sistema sangue italiano. Oltre agli appelli che come centro nazionale sangue e civis abbiamo lanciato nelle ultime settimane, anche numerosi rappresentanti dello spettacolo e dello sport si sono uniti alla nostra mobilitazione. Un atto di sensibilità che è stato colto in massa e che ha visto i donatori di tutte le regioni italiane farsi avanti per il bene degli altri.

Questa sensibilità ha dimostrato ancora una volta cosa significhi essere volontari e quanto l’impegno di ognuno di noi sia fondamentale per il benessere della collettività.


Continuare a donare è fondamentale, ma per farlo è ancor più essenziale prenotare la donazione, contattando la propria associazione o il proprio centro di raccolta sia per evitare assembramenti all’interno delle sale sia per garantire una programmazione continua e costante in linea con le esigenze del sistema trasfusionale.

La solidità del nostro servizio sanitario e la salute di tantissime persone dipendono dal singolo gesto di ognuno di noi. Un gesto anonimo, gratuito, volontario, periodico, responsabile e associato.

 

GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE STATE FACENDO,

 

GIANPIETRO BRIOLA
COORDINATORE CIVIS E PRESIDENTE DI AVIS NAZIONALE

P. CROCE ROSSA ITALIANA PAOLO MONORCHIO

P. FIDAS NAZIONALE, GIOVANNI MUSSO

P. FRATRES NAZIONALE, VINCENZO MANZO

La lettera

Le nostre sedi

Piemonte

manifesto

Newsletter

Iscriviti per essere informato su novità ed eventi
Privacy e Termini di Utilizzo

Visitatori

9004015
Oggi
Ieri
Questa Setimana
Ultima settimana
Questo mese
Mese scorso
Tutti i giorni
3649
5618
16381
44163
144333
113896
9004015

Previsioni per domani
4104


Indirizzo IP:18.207.102.38

AVIS Nazionale

AVIS Nazionale

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito