Lunedì, 11 Luglio 2016 12:10

Giubileo dei donatori AVIS - Comunicato stampa

“I donatori di sangue rappresentano il dono della vita e con la loro testimonianza positiva svolgono un’importante opera di apostolato.”

La celebrazione, officiata dal Vescovo di Cuneo Mons. Piero Delbosco, si è svolta domenica 3 Luglio presso il Santuario Montis Regalis di Vicoforte Mondovì

Domenica 3 Luglio l’Avis Regionale Piemonte ha celebrato, presso il Santuario Montis Regalis di Vicoforte Mondovì, il Giubileo dei donatori di sangue.

La giornata si è aperta, sotto la Porta Santa del Santuario, con la benedizione, inferta da Mons. Piero Delbosco, Vescovo di Cuneo e Fossano, ai 110 Labari provenienti dalle sezioni Avis di tutto il Piemonte. Il lungo corteo di labari e donatori si è poi spostato all’interno del Santuario per la celebrazione della Santa Messa officiata da Mons. Piero Delbosco e co celebrata da Mons. Meo Bessone, Rettore del Santuario.

Giorgio Groppo, Presidente Avis Regionale, nel suo “Saluto del Giubileo” al termine della celebrazione, ha ringraziato Mons. Delbosco per aver presieduto la Messa e tutti i labari e donatori intervenuti: “Maria e Gesù sono stati i primi donatori: Maria ha donato Gesù e il figlio di Dio ha donato il suo sangue per la salvezza dell’umanità. Questo simbolo evoca un’unità ancora più forte con i labari dei donatori di sangue che rappresentano il dono della vita. Oggi più che mai – ha concluso il Presidente - abbiamo bisogno di “Misericordia”, ma abbiamo anche bisogno di perdono e possiamo perdonare un nostro fratello, solo se viviamo in noi questo sentimento: per questo chiediamo a Maria di essere aiutati a rintracciare le radici interiori dell’apostolato esteriore, avendo un cuore libero”.

Dopo la celebrazione, i 110 Labari e i tanti donatori provenienti da tutte le provincie del Piemonte, accompagnati dalla banda musicale Avis Torino e dalla corale Avis Biella, si sono spostati in corteo presso il salone Polivalente per la celebrazione ufficiale della manifestazione. Dopo i saluti delle autorità civili, religiose, politiche e Avisine sono state consegnate le medaglie a tutti i labari e i distintivi ai dirigenti Avis.

La giornata è terminata nel Chiostro con il concerto del gruppo “Una nota in più”, la band dell’Associazione Papa Giovanni XXIII che da 10 anni fa suonare e cantare insieme ragazzi disabili e normodotati. La scelta del gruppo per l’intrattenimento musicale ha voluto concentrarsi sui valori dell’integrazione e della misericordia verso il prossimo che caratterizzano l’anno giubilare poiché l’obiettivo principale era proprio quello di vivere il Giubileo della Misericordia pienamente e di farlo in amicizia con quante più persone possibili provenienti da tutto il Piemonte.

 

Le nostre sedi

Piemonte

Newsletter

Iscriviti per essere informato su novità ed eventi
Privacy e Termini di Utilizzo

Visitatori

5535142
Oggi
Ieri
Questa Setimana
Ultima settimana
Questo mese
Mese scorso
Tutti i giorni
1702
8183
19983
48641
190857
183013
5535142

Previsioni per domani
4368


Indirizzo IP:18.206.168.65

AVIS Nazionale

AVIS Nazionale

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito