Giovedì, 25 Agosto 2016 13:41

Emergenza terremoto

EMERGENZA TERREMOTO: IL CENTRO NAZIONALE SANGUE E LE QUATTRO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE AVIS, CROCE ROSSA ITALIANA, FIDAS, FRATRES, INVITANO I DONATORI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE A PROGRAMMARE LA PROPRIA DONAZIONE CONTATTANDO L’ASSOCIAZIONE E/O IL SERVIZIO TRASFUSIONALE DI RIFERIMENTO.

24 Agosto 2016. In seguito al terremoto che questa notte ha colpito le Regioni del Centro Italia, il Centro Nazionale Sangue (CNS), fin dalle prime ore della mattina, ha attivato il “Piano strategico nazionale per il supporto trasfusionale nelle maxi emergenze” per far fronte alle eventuali necessità trasfusionali dei feriti nelle Province interessate.

Attraverso la Bacheca nazionale per le maxi-emergenze, istituita dal CNS come strumento per il coordinamento dei meccanismi di compensazione e scambio interregionale di unità di sangue in caso di eventi sanitari straordinari, è stata immediatamente resa disponibile alle Regioni Lazio, Marche e Abruzzo una scorta di sangue nazionale ma non si è verificata la necessità di movimentare tali unità di sangue.

Al fine di avere un monitoraggio costante del fabbisogno locale di sangue e intraprendere le necessarie azioni, le Strutture regionali di coordinamento per le attività trasfusionali delle Regioni interessate
sono in collegamento diretto con il CNS e con le Associazioni locali dei donatori volontari di sangue.

Nei territori interessati, in particolare il Lazio, Regione maggiormente colpita dal sisma, sono state attivate procedure straordinarie per l’accoglienza dei donatori. In molti in queste ore si stanno recando presso le Strutture Trasfusionali per effettuare la donazione raccogliendo gli appelli circolati sui social e ripresi dai principali media nazionali. Le numerose offerte di disponibilità da parte dei cittadini per sostenere le necessità trasfusionali sono il segno della grande generosità di tutta la popolazione. TUTTAVIA IL CNS E LE QUATTRO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE AVIS, CROCE ROSSA ITALIANA, FIDAS, FRATRES, INVITANO I DONATORI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE A PROGRAMMARE LA PROPRIA DONAZIONE CONTATTANDO L’ASSOCIAZIONE E/O IL SERVIZIO TRASFUSIONALE DI RIFERIMENTO, IN MODO DA PREVENIRE SIA ECCEDENZE SIA CARENZE DI EMOCOMPONENTI.

LA “CHIAMATA DEL DONATORE” È UN UTILE E IMPORTANTE STRUMENTO DI PROGRAMMAZIONE E FIDELIZZAZIONE CHE PERMETTE DI REGOLARE L’AFFLUSSO DEI DONATORI PER GIORNATA, PER SETTIMANA E PER MESE CONSENTENDO DI SODDISFARE I FABBISOGNI ORDINARI DI EMOCOMPONENTI, ANCHE MEDIANTE IL LORO RAZIONALE E APPROPRIATO UTILIZZO, E DI COSTITUIRE E MANTENERE LE SCORTE STRATEGICHE DESTINATE ALLA GESTIONE DEI FABBISOGNI TRASFUSIONALI STRAORDINARI IN CASO DI EMERGENZE.

SI INVITANO QUINDI I CITTADINI PIEMONTESI AD ASTENERSI DA RICHIAMI CON SMS GENERICI RICEVUTI IN CATENA, SENZA UN REFERENTE SPECIFICO E DI FARE UNICAMENTE RIFERIMENTO ALLA CHIAMATA DEI CENTRI DI RACCOLTA AVIS O DI ALTRA ASSOCIAZIONE E DEI CENTRI TRASFUSIONALI COMPETENTI PER TERRITORIO, E PER QUESTO SIAMO IN CONTATTO DIRETTO CON IL CENTRO REGIONALE DI COMPENSAZIONE DIRETTO DALLA DR.SSA ROSA CHIANESE E SOLO IN QUESTO MODO POSSIAMO VERAMENTE DARE UN SERVIZIO UTILE AL SERIZIO PREPOSTO.

Giorgio Groppo

Presidente Avis Regionale Piemonte

Galleria immagini

Le nostre sedi

Piemonte

Newsletter

Iscriviti per essere informato su novità ed eventi
Privacy e Termini di Utilizzo

Visitatori

5919472
Oggi
Ieri
Questa Setimana
Ultima settimana
Questo mese
Mese scorso
Tutti i giorni
483
1431
1914
48666
113537
231276
5919472

Previsioni per domani
1608


Indirizzo IP:18.234.88.196

AVIS Nazionale

AVIS Nazionale

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito